Posts contrassegnato dai tag ‘lega’

nella foto, un bravo ragazzo

Rabbia e tante lacrime ieri mattina ai funerali di Maria Di Cicco, l’infermiera italiana di 32 anni brutalmente uccisa da Alexi Burteanu, il ventenne rumeno che l’ha colpita con un violento pugno al volto per un futile battibecco nella Stazione della metro Anagnina di Roma.

Una folla enorme ha salutato la povera donna, che lascia orfani due bambini di 6 e 3 anni. Urla contro la polizia e contro gli immigrati si sono levate anche nella Chiesa di Santa Maria del Carmelo durante la funzione, mentre alcuni amici del marito di Maria hanno esposto striscioni eloquenti nei quali si leggevano frasi come “Adesso morirete tutti”. Il Sindaco Alemanno, presente per portare il cordoglio di tutta la popolazione di Roma nel salutare la sua concittadina, ha invocato l’aiuto del Governo chiedendo di non essere lasciato solo nella lotta per la sicurezza e contro le violenze degli immigrati. Il ministro dell’interno Maroni ha detto che lo Stato sarà inflessibile nel dare una risposta agli italiani esasperati dalle continue violenze dei rumeni, assicurando che per l’omicida la giustizia sarà “rapida e durissima”.
Resta indagato per lesioni Mario, l’uomo che con il suo intervento ha permesso l’arresto immediato di Burteanu; mentre molte persone si erano immediatamente fermate a prestare soccorso alla povera Maria, in pochi si erano invece accorti che Burteanu, sfruttando la situazione di confusione, si stava dando alla fuga da un’uscita laterale della stazione: Mario è riuscito a fermarlo ma non è stato facile, ed è stato costretto a ricorrere alle maniere forti. Ieri Mario è tornato nel suo quartiere dove è stato accolto da eroe, ma ha detto “Ho fatto solo il mio dovere, ma questo pezzo di merda ora deve morire in galera.” Burteanu ovviamente è ancora in carcere con l’accusa di omicidio preterintenzionale, che ben presto potrebbe trasformarsi in omicidio volontario aggravato da futili motivi: l’avvocato della famiglia di Maria Di Cicco ha infatti affermato che dal video girato dalle telecamere di sicurezza “emerge chiaramente la volontà del Burteanu di colpire la signora per ucciderla, quindi si dovrebbe iniziare a parlare di omicidio volontario”, per il quale il rumeno rischia fino all’ergastolo.

Il caso però sta tenendo banco da giorni anche nel mondo politico (altro…)

Annunci

 

A noi ce piace de magnà e beve

 

– Ah Umbè hai esaggerato co sta storia dei porci romani… vabè dai mo assaggia sti bucatini!

– Ah Gianni, ve c’ha roduto er culo eh! Ma stavo a scherzà e daje, ma che me frega guarda come sto bene io a Roma… e magna sta polenta!

– Quanto sei matto Umbè, me fai ammazzà da e risate, pure quanno dici, com’è quella… Roma ladrona… E bevete sto frascati…

– “Roma Ladrona la Lega ‘mbriacona!” Senti che dè sto Lambrusco…

– Solo che i romani me l’hai fatti incazzà, ma pure loro che se pensavano, che annavo a fa a guerra ai padani coll’alloro in testa, ma chi so Giulio Cesare io?! oh però non me stai a assaggià sti carciofetti…

– Ma perchè a me me ce vedi a beve a pozione de Panoramix, che manco me reggo in piedi, me serve pure a Polverini che me imbocca… ma te piaceno sti tortellini?

– Eh ma ‘nfatti ma pure st’artri quattro che te stanno sempre appresso a Umbè, ma chi so?? Ma ‘n ce poi annà in giro da solo te? Te sta a piacè l’abbacchietto senza spine eh!!

– Me stanno sempre appresso a Già, dice che dico stronzate senza de loro! Bono sto prosciuttino eh?

– E ‘nvece co loro appresso nu e dici vero Umbè?? Tiè te ‘mbocco a pajata!

– Nun ricomincia a Già, guarda che chiamo Obelix e te faccio menà! Ma che me lasci er culatello??

– Sei troppo forte Umbè! E famo pace daje… e famose n’artro quartino!

– Nun me fa beve che sennò me viè da dì che sete ladri… pe’ fa du metri er tassinaro m’ha fregato 50 €! E puliscite a bocca che  te sei sporcato de sugo!

– Nun me toccà i tassinari che so amichi mia eh! E poi m’hanno dato pure ‘na mano a vince, sennò se stavamo ancora a fa du cojoni co i Beatles e i film che piaciono a Veltroni! ‘Nvece mo io faccio pure corre a Formula 1 all’Eur! Senti sta porchetta, delicatissima…

– Eh no, t’ho detto de no, e macchine ce l’ho io a Monza, nun ce provà… becchete sto strudel!

– Vabè dai ma sta tranquillo se metteremo d’accordo no… magari davanti a n’artra ciambellina da inzuppà ner vino…

– Bone oh… basta che se magna!