Posts contrassegnato dai tag ‘calcio’

Ovvero, intercettazioni Mondiali: intervista semiseria con il Mechellone


ATTENZIONE: L'articolo che segue può sembrare apertamente misogino e razzista
Me ne dolgo fin d'ora, ma qualora la vostra sensibilità dovesse esserne urtata lo stesso,
uscite e fate un giretto da queste parti

Si chiudono i Mondiali più noiosi della storia

MEC: Finito di spazzare il cesso?
IO: magari solo spazzare, pulire dentro, con gel bagno e spugnetta
Che immagine sexy… quasi quanto la ragazza di Casillas!
e basta co sta storia di Casillas che bacia la ragazza… scena preparata dall’inizio del mondiale e finto stupore di lei!!!
beh lei gran gnocca però…
Si gran fica. Di certo in Tv ci sta per le sue doti da giornalista, due belle doti in primo piano…
e poi diciamolo, la donna non può e non deve parlare di calcio! Può fare altro, anche durante i Mondiali, anche mentre l’uomo guarda le partite… ma parlare di calcio no, anche perchè non potranno mai capire cos’è un fuorigioco! Poi chi le vuole vedere in tv durante i Mondiali?? Preferisco i baffi di Bartoletti, la pelata di Mazzocchi e la panza di Galeazzi!
Però la Venturona di casa nostra può… che fica! Senti sulle partite dell’ Italia che possiamo dire, che la birra era fresca e buona… basta però…
Vuoi dire che l’Italia, al netto della birra, era anche più brutta di come l’abbiamo vista?
Con 4 birre a capa c’ avevamo più equilibrio del poro capitano Cannavaro… Di la verità ci avevi pure scommesso sull’Italia che usciva subito vero? bastardo!
Scommesso no, anche se purtroppo l’avevo detto. Pensavo meglio però, ma non mi ero reso conto che avremmo giocato sempre con Iaquinta titolare…
…Rimpiangi il Trap vero?
Catenaccio tutta la vita! Poro Trap, in un Mondiale è uscito per colpa di Byron Moreno, agli Europei per il biscotto, con l’Irlanda per un colpo di mano… fossi in lui ci sciacquerei i piedi con l’acqua santa!
Scusa stavo a caga… senti ma lo sanno tutti che sei interista e gli juventini convocati non li reggi… quindi non sei attendibile….
certo, ci fosse stato Mourinho avrebbe vinto anche allenando il Nicaragua! Mourinho… commozione…
Chi avresti portato via? Dico in nazionale eh…. però non vale: la nutella, gli arrosticini, il vino del cantinone e facebook per pastura le potte….
allora nessuno! e basta parlà de Italia, che m’è venuta l’ulcera e la tristezza che me sto a ascolta Luci a San Siro…
Non te prende mai male… mai mai… però che sega sti spagnoli… mo festeggeranno 3 anni… Non meritava più l’Olanda? O la Germania… dai basta passaggetti e tacchetti da fichetti!
e certo! M’è toccato tifa crucchi e olandesi, che oggettivamente erano intifabili! Ma almeno l’Olanda ha provato a spiegare a tutti che il calcio è corsa, calcioni, lanci lunghi, palla in tribuna, pochi capelli, denti in faccia, venticinquenni che dimostrano quarant’anni, vittorie 1-0 con un tiro in porta, 2 fenomeni in squadra che creano e 9 scarponi che distruggono! Quella degli spagnoli è sfilata di moda, non calcio
…intanto è partita “Come mai”, la riproduzione casuale m’ammazza stasera…
Nel 2014 quando ci sarà il Mondiale in Brasile pensi di essere laureato?
per il 2014 saremo competitivi, Prandelli farà sicuramente un buon lavoro…
Ah te paga le tasse alla Sapienza…
queste sono solo provocazioni, avevo detto che non avrei risposto a domande su Cassano e Balotelli
La finale era targata XVI secolo però… in premio non ci stava la coppa ma un veliero, 40 acri di terra e tre popolazioni di negri….
che beffa per l’Africa! Primo mondiale e finale tra le due nazioni dei peggiori colonialisti della storia… poi dice che non se devono incazza i negri poracci?? So arrivati lì, gli hanno fatto vede il pallone, gli hanno spiegato come se gioca, dai dai negretti correte dietro al pallone, giocatece che poi quando se tratta de vince passamo noi alla cassa!
E infatti waka waka… il negro non puede!
waka waka… anche la canzone razzista gli hanno fatto… ma quando verrà la riscossa negra contro l’Europa imperialista e verranno a schiantarci armati di frecce, bonghi e cazzi enormi??
Così se rivinciamo noi ti dichiari europeo purosangue e magari conservatore… se invece vincono i buga buga… te cali le mutande e sei dei loro… scuola dalemiana direi…
buga buga è troppo razzista dai… però… waka waka buga buga… suona anche bene
Pero Shakira è scopabile…
Ma parliamo d’altro sempre in ordine di colonialismi… Gli Usa al prossimo mondiale potrebbero fare bene…

chi lo dice? il polpo Paul? ormai mi fido solo di lui…
Dai spiega la tua teoria… senno che intervista è?
scusa m’ero perso a guarda una su facebook… certo gli americani potenzialmente possono dominare anche nel calcio come in tutti gli altri sport… per adesso restano inferiori solo perchè pensano che il pallone va schiacciato in rete dopo un salto di tre metri… appena capiranno questa piccola differnza diventeranno fortissimi e vinceranno tutte le partite 105-97
E il poro Maradona ? le Vuvu”zeta” le usava per altro lui…..
come pensavano di far allenare una nazionale di calcio a un cocainomane?? sarebbe come fare sottosegretario un camorrista… ma certe cose succedono solo in Argentina per fortuna!
E voi Pd di segretari e sottosegretari ve ne intendete…
solo segretari, non ce ricordamo più che cos’è un sottosegretario…
Casini proprio non glielo volete lascia al povero Berlusca… quanto vi piace prendere quei quattro voti dei democristiani? E’ come per l’Uruguay rivincere un mondiale…
adesso possiamo restituirglielo con la garanzia…. piuttosto, non sapevo che tutto passasse per gli attici del Blatter della politica italiana…
Di la verità una capatina a portare il famoso “gelato” ce l’hai fatta te….
c’erano tutti d’altronde…
Anche il cardinale in sottana….
ma parlavamo di Mourinho, no?
Dai che passa media player….Rimmel?… Eskimo?… La canzone dell’ amore perduto? o un evergreen Giudizi universali?
peggio, smashing pumpkins
Ah cazzo…tonight tonight?
the infinite sadness
Senti quando sarai un bellissimo quarantenne come dice Nanni Moretti ai tuoi figli e alla tua moglie ballerina brasiliana cosa gli racconterai di questi mondiali? oltre che bevevi birra e mangiavi 5 pacchetti di patatine… e bestemmiavi ai cambi di Lippi… e alle cappelle di Cannavaro
chiederanno come ha fatto a vincere la Spagna quello che resterà il suo unico mondiale, dirò che la squadra campione del mondo doveva per legge mandare i giocatori più scarsi che aveva sennò era troppo forte, e poi che non mi ricordo altro perchè al tempo ero impegnato a pensare all’ultima ex che mi aveva lasciato… Mourinho
Ah pensavo altre di ex…
buonanotte
mi attendono le piastrelle della cucina…
…antani?
eh?
Buonanotte


Consigli per la lettura: Luci a San Siro – Roberto Vecchioni

Annunci

Il bello del calcio!

Pubblicato: 13 giugno 2010 in guardate
Tag:,

Italia

Campioni del Mondo con i reduci stanchi e invecchiati di Berlino, alcuni giovani sconosciuti a livello internazionale e troppa Juve, settima in campionato. Che altro aggiungere? Godiamo di ricordi va…



Spagna

Ogni anno è la squadra che gioca meglio, brillante, divertente. Però esce sempre subito. Ultimamente sembra aver anche imparato a vincere, se i Campioni d’Europa riusciranno a smettere di guardarsi allo specchio e ripetersi quanto sono belli, potrebbe anche arrivare fino in fondo.

Inghilterra

Gli inglesi ripetono sempre che il calcio l’hanno inventato loro, ma poi non vincono mai niente. L’unico mondiale (altro…)

Roma, Siena, Bayern Monaco. Ma anche Fiorentina, Chievo, Barcellona. Prima ancora Juventus, ma per poco. Poi Milan per un altro po’. Poi Roma. Le altre volte Atalanta, Lazio, Bari, Dinamo Kiev, Napoli, Sampdoria, Udinese, Cska Mosca, Bologna, Genoa, Rubin Kazan, Catania, Palermo, Chelsea…

Le avete tifate tutte. Uno spettacolo vedervi gufare, e attaccarvi ogni giorno alle prodezze di chissà quale squadra.

…poi abbiamo vinto tutto!

 

04 settembre 2008

Torna il campionato e tornano i teppisti (si possono ancora chiamare soltanto così?) che, nascondendosi dietro al calcio approfittano per sfogare la loro violenza e per cercare scontri con i poliziotti o con i loro simili.

E come al solito, parte il coro ormai ipocrita di chi ancora “si costerna, si indigna, si impegna, poi getta la spugna con gran dignità.” Dimenticando, o fingendo di dimenticare, che basterebbe applicare con maggiore severità le leggi che ci sono, fornendo ai magistrati gli strumenti per farlo, o, se necessario, cambiare le leggi. Ed invece quando si parla di cambiare le leggi in materia di giustizia, lo si fa soltanto per cercare scudi per i potenti dai giudici cattivoni (intercettazioni, immunità), o per colpevolizzare e mettere sotto controllo gli stessi giudici, per giunta in nome di altri giudici che ci hanno lasciato la pelle, proprio perché abbandonati da chi doveva tutelarli.

Il problema violenza negli stadi, o nelle piazze davanti agli stadi, o nelle stazioni prima di arrivare agli stadi, o nei treni che portano alle stazioni prima di arrivare agli stadi, sta tutto qui: nel chiamare tifosi i criminali, nel chiamare tifo la violenza, nel collegare ancora al calcio ciò che succede, ed in nome di questo, e dei miliardi che vi gravitano attorno, tollerare tutto, accettare tutto, perchè lo spettacolo vada avanti. Se con dieci persone in un attimo di follia metto a ferro e fuoco una stazione, brucio macchine, assalto negozi, carico la polizia, come minimo mi arrestano. Se lo faccio di domenica, con una sciarpa di qualche colore al collo, in prossimità di uno stadio, in compagnia di altri cento scalmanati, me la cavo.

Perché serve al sistema calcio, serve ai presidenti sempre ben attenti a coccolarsi i tifosi, di qualsiasi tipo (Lotito nel 2004 eliminò gli abbonamenti gratuiti per gli ultras, gli Irriducibili della Lazio da quel momento gliel’hanno fatta pagare con contestazioni continue e appoggiando persino la scalata camorristica di Chinaglia alla società). Serve alle tv, per mantenere alta l’attenzione intorno al calcio, serve ai sindaci delle città, timorosi di inimicarsi larghe fette di elettorato: si scende in piazza oggi, politici e gente comune insieme, non più per le battaglie civili, per la pace, ma per difendere la squadra della propria città “ingiustamente” retrocessa, magari perché per anni ha speso al di sopra delle proprie possibilità, ha falsificato bilanci, ha rubato scudetti.

Serve ovviamente al governo del calcio, e ai politici nazionali: come dimenticare Matarrese che classificò la morte di Raciti nel 2007 come parte (necessaria) del movimento calcio; o Berlusconi, che riesumando i panni di presidente di una squadra di calcio, giudicò “una lesione della libertà” lo stop ai campionati ed i provvedimenti per la messa a norma degli stadi che seguirono i fatti di Catania. Perché il circo vada avanti.

Si sa che le curve sono politicizzate, si conoscono quelle più violente, si sa che proprio negli stadi le frange più estreme, in particolare di destra, fanno proseliti ed avvicinano i giovani virgulti alla loro “politica”, si conoscono le tifoserie di Roma, Napoli, Inter, Lazio, Verona, tutte iperpoliticizzate: mi sono vergognato nel vedere la sciarpa della mia squadra con disegnata una celtica.

Si sa che negli stadi avviene di tutto. E si sa che proprio il calcio viene usato per violenze e scontri, meglio se contro il poliziotto bastardo, secondo il dogma dell’ACAB (All cops are bastard), l’inquietante scritta che campeggiò fuori da molti stadi italiani dopo la morte di Raciti o di Sandri. Lo stesso slogan cantato da chi secondo qualcuno “non aggredisce i poliziotti”, ma canta “Celerini e poliziotti digos e carabinieri per me non c’è differenza siete tutti delle merde. No non sono certo io che ti devo rispettare. Non mi rompere le palle o te la farò pagare” (Legittima Offesa – ACAB cit.), come chissà, forse è risuonato in una casetta di Todi pochi giorni fa.

Il tifoso violento è accettabile ed accettato, coccolato a volte, punito raramente e con moderazione, perché conviene, mentre al bambino rom, che non si è mai sognato di causare 500.000 euro di danni in una stazione, è meglio prendergli le impronte.

Perché il rom non vota e spaventa l’imprenditore bresciano, mentre il tifoso vota, e spesso è figlio dell’imprenditore bresciano.