Posts contrassegnato dai tag ‘ladri’

Equa Italia

Pubblicato: 17 luglio 2011 in Oggi me la prendo con
Tag:, , ,

lo scontrino questo sconosciuto

Ma sì dobbiamo aprirci, devi essere più moderno. Non possiamo sempre essere il partito delle tasse.
Anche gli autonomi, i liberi professionisti, le piccole imprese hanno le loro ragioni. E anche loro sono strozzati dalla crisi, che alla fin fine non l’hanno mica creata loro. Non ce la fanno più con le spese, le tasse, in fin dei conti le piccole imprese sono famiglie, qualche dipendente, tutta gente onesta, che lavora. I commercianti non sono i veri nemici, è gente come noi.
Ma lo sai che Equitalia li sta portando alla rovina? Gli hanno sequestrato le macchine, la casa, tutto per debiti e tasse non pagate di poco conto. Con gli interessi debiti di mille euro diventano tremila in un mese, ci sono in giro cartelle impazzite, questi non ce la fanno più, così non è giusto. Questa gente va difesa.

Poi è venuto l’idraulico. (altro…)

L’eccezione

Pubblicato: 8 luglio 2011 in Esco solo con lei
Tag:, , ,

In questo blog non si pubblica mai materiale altrui o articoli vari. L’eccezione è Marco Travaglio.

Siccome gli italiani sono un popolo di pallonari e i tre quarti dei giornalisti una manica di pallisti, ci voleva Calciopoli per far capire che la prescrizione e l’assoluzione sono cose opposte.

Cos’è accaduto? Che il pm sportivo Palazzi ha chiuso le indagini sulle intercettazioni di Calciopoli relative all’Inter e ha sostenuto che, telefonando ai designatori arbitrali, l’Inter di Moratti e Facchetti ha violato l’art. 1 (“slealtà sportiva”) e l’art. 6 (“illecito sportivo”), ma non può essere punita perché è tutto prescritto. A meno che, si capisce, l’Inter non rinunci alla prescrizione. Palazzi equipara l’Inter agli altri club puniti per Calciopoli:Fiorentina, Lazio e Milan. Tutti tranne uno: la Juventus di Moggi e Giraudo, protagonista di fatti “di differente gravità, protrazione e invasività”, dunque fuori concorso e giustamente retrocessa in Serie B e privata di due scudetti. Però il pm sportivo ricorda che la sua tesi accusatoria contro Milan, Fiorentina, Lazio e ora Inter è già stata sconfessata dalla Corte federale, secondo cui non basta telefonare ai designatori per commettere illecito: occorre che le pressioni arrivino agli arbitri e li condizionino. La qual cosa Palazzi non è riuscito a provare per nessun club, eccetto la Juve. Dunque è verosimile che, anche se l’Inter rinunciasse alla prescrizione, verrebbe assolta o privata di qualche punto. E, siccome le presunte pressioni interiste non sortirono effetti e ai tempi della Triade Bianconera l’Inter perdeva campionati truccati, nessuno scudetto deve passare di mano. Ciò detto, sarebbe un bel gesto da parte di Moratti rinunciare alla prescrizione per farsi giudicare nel merito.
Così potrà finalmente difendersi nel processo sportivo (penalmente, gli inquirenti napoletani hanno già ritenuto che non c’è nulla di rilevante). Già, perché finora hanno parlato solo Palazzi e Moggi (altro…)

Cerco casa

Pubblicato: 14 febbraio 2010 in guardate, Non sono un uomo frivolo
Tag:, , , ,

Affittasi appartamento raffinato, con stanza 3×4 e coinquilino visibilmente gay che ti aggiunge a facebook e organizza danza del ventre.

Elegante serial killer in tuta grigia affitta casa da morto. Disponibile cadavere di nonna in cucina.

Mezza età separato e con problemi di ogni genere ospita in casa coinquilino disposto a starlo a sentire. Ex-moglie cacacazzi al piano di sopra.

Arabo affitta scantinato soppalcato mentolato con vista muro. Sorella spargivirus compresa nel prezzo.

Simpatico pensionato affitta appartamento in zona centrale solo a bianchi caucasici, impiegati a tempo indeterminato, benestanti, puliti, onesti, single, non fumatori, cattolici, eterosessuali, destrimani.

Egiziano con accento dde Roma e camicia arabeggiante affitta camera luminosa e spaziosa. Lui dorme in cucina.

Studente da una vita affitta camera luminosa in minuscola casa. Contratto? Con… che?

Anna se ne va e affitta camera con simpatici coinquilini studenti, artisti e casinari.
Anna è bona.

***aggiornamento***

Questo meritava davvero, era scritto proprio così:

Parioli Professore solo affitta cameretta con bagno app.to ristrutturato solo a ragazza max 22 anni max serietà €300+vitto e aiuto domestico.

La vuole pure seria, il porco.



Ma va??

Pubblicato: 9 dicembre 2009 in Uncategorized
Tag:, , , ,

30 gennaio 2008

In uno dei processi ancora aperti di Berlusconi è arrivata oggi una sentenza assolutamente inaspettata: assolto, perchè il fatto non è più previsto dalla legge come reato. Davvero inaspettata.
Il fatto in questione sarebbe il falso in bilancio, che una volta, fino al 2001, era reato, false comunicazioni sociali, nemmeno da poco, galera da uno a cinque anni.
Poi ovviamente nel 2001 Berlusconi, al governo da cinque mesi, vara una legge (una delle tante leggi vergogna), secondo cui il falso in bilancio non è più reato. Zac. Semplicissimo. Cancellato. Come i bambini: il più grosso decideva le regole, e se lui non la rispettava, cambiava la regola.
E’ la quarta volta che Berlusconi si salva grazie a questa legge sul falso in bilancio. Ma come lui si salva anche Tanzi, per dirne uno.
Però per lui la sua legge ha funzionato benissimo, quattro su quattro. E poi qualcuno ancora dice che il suo governo non ha ottenuto risultati…
Berlusconi_anni60