¡Zapatero otra vez!

Pubblicato: 9 dicembre 2009 in Uncategorized
Tag:, , ,

10 marzo 2008

8

¡Jose Luis ha ganado!
Il PSOE rivince le elezioni in Spagna e conferma Zapatero Presidente del governo.
La Spagna è un Paese che mi ha sempre affascinato, per mentalità, per cultura, per la forza con cui si è risollevata dalla dittatura, costruendo in meno di 20 anni una democrazia forte ed una economia tra le più dinamiche d’Europa. Per la vitalità, per lo spirito e la visione aperta che contraddistingue i suoi cittadini.
E’ un Paese che per molti aspetti ha da insegnare all’Italia.
Zapatero ha vinto perchè ha mantenuto le promesse, perchè ha avuto coraggio, perchè ha dato speranza prima, e fiducia poi.
Per molto tempo si è parlato della sua politica, dall’Italia, come “molto fumo e niente arrosto”. Di arrosto invece ce n’è stato, per aver confermato ed aumentato i suoi voti: ha ritirato immediatamente le truppe dall’iraq, ma le ha mantenute in afghanistan. Ha riformato la televisione spagnola, togliendo dal controllo politico quella pubblica, ed aumentando il pluralismo in quella privata (guarda caso tra le proteste di Telecinco, di proprietà di…???), ha introdotto l’obbligo di installare pannelli solari in ogni casa di nuova costruzione.
Ha adottato i provvedimenti più moderni e liberali nel campo dei diritti civili: ha introdotto i matrimoni omosessuali, ha diminuito i tempi per il divorzio, ha approvato una legge liberalizzatrice sulla fecondazione assistita. Ha favorito le famiglie con sussidi alla nascita di un figlio, ha eliminato l’obbligo dell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche. Lo ha fatto con mano ferma, senza cedere agli strali della Chiesa e dei conservatori, nella cattolicissima Spagna, per quarant’anni costretta da una delle dittature più reazionarie e retrive.
Ma ha anche portato avanti una politica veramente riformista in campo economico, più democratica che ideologicamente socialista, con decisi provvedimenti di liberalizzazione, combattendo la precarietà ma allo stesso momento riconoscendo la necessaria flessibilità nel mondo del lavoro. Anche per questo è stato seguito da molti giovani, ed ha aumentato i voti, nel centro e a sinistra.
Con quella faccia a metà tra Bambi e Mr Bean, ha condotto una campagna elettorale innovativa, da segnalare due bellissimi video: in uno scherza su un suo difetto di pronuncia, in un altro lancia la campagna “Estoy con Zapatero”, prendendo spunto dal gesto con cui si indica il suo nome per las personas que se expresan con las manos.

Per pochi seggi ha mancato la mayoria absoluta che chiedeva al suo popolo, ed anche nella prossima legislatura avrà bisogno dell’appoggio di altri partiti, di altri voti decisivi in Parlamento. Così come successo dal 2004, quando di volta in volta ha cercato la maggioranza con la sinistra estrema di Izquierda Unida, con i nazionalisti della Esquerra catalan o del PNV. Ma in Spagna a chi vince viene riconosicuta la vittoria, e gli viene permesso di governare: così il PSOE ha potuto realizzare il suo programma, senza ricatti, mentre da noi un minuscolo partito con tre senatori fa cadere un governo scelto da 20 milioni di persone.

In Spagna l’opposizione vota con la maggioranza nei provvedimenti su cui è d’accordo, mentre da noi l’opposizione vota sempre contro (vedi afghanistan) pur di far cadere il governo, e si è soliti sputare in faccia ai “traditori”.
In Spagna chi perde chiama il vincitore cinque minuti dopo i risultati, per complimentarsi, come ha fatto Rajoy. Da noi chi perde straparla di brogli per due anni. In Spagna Zapatero difende Aznar, se necessario. Da noi si strappano i programmi degli avversari. In Spagna si fa il faccia a faccia. Da noi chi vota “di là” è un coglione.
¡Que viva Espana!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...